•  

L' Economic Recovery Tax Act

  13 agosto 2020       Gerardo Verolino       ReteLiberale


Oggi, il 13 Agosto del 1981, è una data importante per la storia dell'economia di libero mercato.

Il Presidente Reagan, nel Ranch del Cielo, a Santa Barbara in California firma l'Economic Recovery Tax Act, la legge sulle imposte che, all'epoca, attuava il più grande taglio fiscale nella storia degli Stati Uniti, che aiutò a risollevare l'economia americana dalla stagflazione degli anni '70 e che stimolò il boom economico degli anni '80.

L'idea che una tassazione più bassa stimolasse l'economia era del consigliere economico di Reagan, Arthur Laffer, l'ideologo per antonomasia del taglio fiscale, il teorico della famosa curva economica che prende il suo nome e che, leggenda vuole, disegni per la prima volta, in un pomeriggio del 1974, su un tovagliolo da cocktail del ristorante Two Continents dell'Hotel Washington ad un tavolo a cui sono seduti Dick Cheney, Donald Rumsfeld e Jude Wanniski, editorialista del Wall Street Journal. Stesso disegno, che Laffer mostrerà a Ronald Reagan, poco dopo, fresco candidato alla Casa Bianca, per convincerlo della bontà delle sue teorie secondo le quali l'eccessiva tassazione e l'eccessiva regolamentazione del governo danneggiano la crescita economica di una nazione.

"Con aliquote più basse - dice Laffer - si amplia la base imponibile, si invogliano le aziende ad assumere, si favorisce il rientro di chi ha investito all'estero e, sul lungo periodo, si accrescono le entrate per lo Stato".

Una teoria eccellente che ha garantito prosperità e benessere al Paese. E che, per noi, oggi, nell'Italia statalista e assistenzialista dei Cinquestelle, oberata di leggi, norme e regole cervellotiche, intrisa di teorie economiche para-comuniste e alle prese con discorsi miserrimi come il lucro di 600 euro da parte di una classe politica accattona, appare fantascientifica ed irrealizzabile.

Gerardo Verolino, giornalista.

Ha lavorato per Il Giornale di Napoli, Il Roma, L’Opinione. Ha scritto per Il Giornale, L’Italia Settimanale. È autore, fra l’altro, del volume L’Italia s’è destra con Massimo Caprara. Da anni si occupa di Medio-Oriente e Israele su diversi siti, tra i quali Italia-Israele-Today

https://www.italiaisraeletoday.it/author/gerardo-verdolino/


NEWSLETTER