•  

E se cadesse la Toscana?

  6 febbraio 2020       Riccardo Lucarelli       ReteLiberale


di Riccardo Lucarelli - La storia di una delle regioni più rosse d' Italia può essere raccontata in molti modi: la si può ripercorrere ed illustrare attraverso la cronologia dei fatti più rilevanti, le biografie dei suoi protagonisti, una panoramica sulle istituzioni. Più raramente viene affrontato il tema utilizzando lo studio approfondito dei risultati e dei flussi elettorali in successione di elezione in elezione.
Gli autori sono tre toscani "doc"- Niccolò Macallè, Lorenzo Salusest e Andrea Pannocchia - che hanno pensato di proporre, ben miscelando le loro differenti professionalità, un pregevole strumento tecnico per comprendere la storia politico-elettorale della Toscana degli ultimi settant’anni, unitamente agli aspetti sociali tra città e periferie, tra realtà urbane e realtà provinciali.
Per ogni tornata elettorale i risultati dei singoli partiti vengono spiegati e illustrati, zona per zona. A partire dai numeri, il testo procede, poi, all'analisi della situazione contingente per avere un quadro d'insieme di quel cambiamento che a partire dagli ultimi anni ha attraversato molte realtà importanti della regione; vengono analizzati i dati elettorali "animandoli" con puntuali riferimenti storici in una riuscita sintesi propria della metodologia della ricerca sociale.
Un testo agevole anche per i non addetti ai lavori ed arricchito da importanti contributi come quello di Vannino Chiti - primo Pres. della Regione eletto dai cittadini e in seguito parlamentare, Ministro per le Riforme istituzionali e Vicepresidente del Senato - e Riccardo Migliori, Cons. regionale del M.s.i. e poi parlamentare di A.N.
La finalità del lavoro non è predittiva, è arrivare alle elezioni regionali più importanti della Toscana con più cognizione di causa.


NEWSLETTER