•  

#CoerenzeControsenso

  16 luglio 2018       Dario Berardi


di Dario Berardi - Le posizioni politiche che hanno generalmente le persone sulla questione della colonizzazione europea e sulla sua conseguenza naturale, la società multiculturale, mi fanno impressione per quanto sono controsenso.

Il colonialismo e l'imperialismo in italia furono portati avanti dalla monarchia sabauda e dal fascismo: quest' ultimo aveva teorizzato una sorta di riedizione dell'impero romano e voleva dare la cittadinanza italiana ai libici, eritrei, somali ed etiopi perché secondo Mussolini ed il suo braccio destro sull'argomento, Italo Balbo, dovevano esistere gli italiani neri come quelli bianchi, quelli musulmani come quelli cattolici ( senza contare la contingenza ideologica tra islam e nazifascismo).
Inutile dire che questo modello che si aveva intenzione di portare avanti durante l'epoca fascista delle colonie si fondava sullo ius soli, difatti tutti gli imperi hanno lo ius soli, in primis gli Usa ma anche la Francia che magari non è piu un impero ma non ha mai smesso di fantasticare di esserlo.

Al contrario il rifiuto dello ius soli si basa sulla specificità identitaria dei piccoli paesi e sull'isolazionismo politico: questo non vuol dire che si rifiutano persone dall esterno ma che la cittadinanza va conquistata coi fatti dopo un lungo percorso in cui si viene riconosciuti come appartenenti a quella società: due esempi su tutti, la Svizzera, in cui la decisione ultima aspetta alla comunità cantonale ed al comune di appartenenza ( non allo Stato, difatti se si viene " recensiti " male dai propri compaesani non si ottiene la cittadinanza) e l'Islanda in cui devi essere presentato, dopo avet pagato le tasse per un tot di anni, da due persone ritenute rispettabili davanti alle autorità competenti.

Eppure, nonostante questo, le persone di sinistra inneggiano ad un modello che è fascista, imperialista o quantomeno "americano", cioè del paese che reputano il male. Invece le persone che si richiamano al fascismo sono incredibilmente contro, nonostante che il passato ideologico a riguardo parli chiaro.

Sull' argomento gli unici coerenti sono incredibilmente quelli del PD: un partito di fascisti statalisti e quindi naturalmente a favore del multiculturalismo e dello Ius soli.


NEWSLETTER