•  

Bertolaso, un garantista bis-assolto

  8 febbraio 2018       Ufficio Stampa RETE LIBERALE


Come scrive Federico Punzi "Avevamo una Protezione civile. E la Protezione civile aveva un ottimo capo. Hanno distrutto tutto. Perché? Forse non era tollerabile che qualcosa funzionasse, e qualcuno fosse persino capace, sotto un governo Berlusconi..."

Il Garantismo nei confronti dei diritti individuali significa soprattutto la presunzione di innocenza sino alla condanna definitiva. Ebbene, il processo non è neanche iniziato o non è neanche stato fissato, che già  aleggiano in ogni dove le tue responsabilità. La presunzione di innocenza deve essere rispettata, in primis per rispetto di noi stessi.  Creare l'"equivoco” di colpevolezza è un atto di inciviltà.
Per questo, la prima battaglia di civiltà vera, non di quelle fasulle del progressismo, dovrebbe essere quella di rendere efficienti i luoghi, i tempi e gli strumenti della Giustizia. La politica dovrebbe trarre l’Italia fuori dal fondo delle classifiche europee e mondiali in quanto a civiltà del diritto di cui una volta eravamo la culla! Certo, la risalita sarà faticosa se il fondo si è materializzato con il neo reato di “femminicidio”, scempio del principio di uguaglianza.

Ad ogni modo, nel processo romano legato agli appalti del G8 della Maddalena è stato Assolto l'ex capo della protezione civile Guido Bertolaso perché "il fatto non sussiste".

"Assolto perché il fatto non sussiste, nonostante la richiesta di prescrizione. Questo vale come una doppia assoluzione. Grazie alla mia famiglia e a chi mi è stato vicino in questi otto anni. Sono innocente. Come ho sempre dichiarato. Ora lo hanno dichiarato anche i giudici", così il Dott. Bertolaso. Auguri per questa sua ennesima prova di tenacia.

Si tratta di una seconda assoluzione per Bertolaso, che è già stato ritenuto innocente dall’accusa di omicidio colposo nel processo Grandi Rischi bis, per il sisma del 6 aprile 2009.


NEWSLETTER